Mussolini – l’uomo l’avventuriero il criminale – Gian Dàuli

Mussolini - l'uomo l'avventuriero il criminale

Scritto all’indomani della fine della Seconda Guerra Mondiale, “Mussolini l’uomo l’avventuriero il criminale” è uno dei primi tentativi di ricostruzione del ventennio fascista pubblicati nell’Italia repubblicana. Gian Dàuli vi lavorò negli ultimi tre mesi della sua vita, spendendo ogni energia residua nell’intento di fornire agli Italiani un vaccino contro la tentazione di rimpiangere o riabilitare quello che l’autore definiva “un commediante assetato di teatralità”. Più un pamphlet che un saggio, più un’invettiva che una biografia, “non opera d’arte, ma opera di bene” (per usare le parole del suo prefatore), viene oggi riproposto per la prima volta dal 1946.
 


Gian Dàuli (1884-1945) al secolo Ugo Nalato, fu giornalista, critico, traduttore, scrittore ed editore. Oltre ad aver contribuito a far conoscere in Italia autori stranieri del calibro di Thomas Mann e Louis Ferdinand Céline, incontrò i favori del pubblico con i romanzi “Perdizione”, “La Rua”, “Carri nella notte”. Questo testo si riferisce a un’edizione fuori stampa o non disponibile di questo titolo.


Autore: Gian Dàuli
Titolo: Mussolini – l’uomo
l’avventuriero il criminale
Collana: Articolo 25
Isbn: 978-88-96576-71-7
Pagine: 388
Copertina: morbida
Prezzo: € 15
Isbn ebook: 978-88-96576-72-4
Prezzo ebook: € 4,99

Amazon Acquista copia cartacea
.su Amazon

Kindle Acquista ebook per Kindle
.su Amazon

Google Play Acquista ebook in ePub
.su Google Play